Cos’è il coding e perché è la nuova lingua del futuro

0
424

Pur essendo circolata fin dalle sue origini l’idea che il linguaggio del coding, ovvero della programmazione informatica fosse qualcosa riservato solo a menti brillanti, imparare a programmare è in realtà come imparare una lingua. Quindi non solo roba per informatici o smanettoni, il coding è alla portata di tutti e fare coding, ovvero programmare, sembra essere diventato fondamentale al giorno d’oggi come imparare la lingua più parlata al mondo, l’inglese.

Conoscere linguaggi di programmazione come Javascript, Java, C++, Python, o i più recenti Swift e MATLAB per creare, modificare o implementare programmi significa infatti essere in grado di parlare una lingua comprensibile da ogni programmatore e capita in tutto il mondo. Il coding è «l’inglese dei nostri giorni», ed il migliore candidato per diventare il primo codice universale.

Così per tutti coloro che sono rapiti dal mondo della rete e che non sanno come incanalare le proprie passioni in un settore specifico, quella del web developer potrebbe rivelarsi una professione che apre interessanti prospettive di lavoro, nonché tra le più remunerative! Un programmatore informatico – che potrà decidere di lavorare come dipendente di un’azienda o come libero professionista o freelance – avrà infatti dei guadagni, che varieranno sicuramente in base alla figura professionale svolta e agli anni di esperienza alle spalle, ma che ad ogni modo già per un developer junior potranno arrivare fino ai 30.000€ annui.

 Ma cosa vuol dire occuparsi di programmazione? Le aziende in questo settore sono alla ricerca di figure a tutto tondo che siano in grado di progettare applicazioni per dispositivi mobili e videogiochi e di sviluppare siti web, di occuparsi quindi della creazione e sviluppo di un software, ma anche di gestirne la fase del testing per garantirne la sicurezza per l’utente finale. Oltre a conoscere i principali linguaggi di base quali HTML e CSS e i codici di programmazione menzionati sopra, chi vuole intraprendere questo percorso di studio dovrà dunque anche sviluppare competenze relative alla gestione e la sicurezza del software creato.

Un buon programmatore inoltre, se vorrà fare carriera, dovrà dimostrare delle ottime capacità di problem solving durante la progettazione del suo lavoro, per essere in grado di individuare e sviluppare soluzioni immediate e poco dispendiose in termini di risorse aziendali per ogni eventuale problema imprevisto e/o complesso che si possa dover trovare ad affrontare.

Per acquisire tutte queste nozioni e competenze, avere una buona conoscenza del mondo dell’informatica appare dunque una condizione indispensabile, ma certamente non sufficiente. Perciò chi vorrà diventare un professionista nel campo dovrà seguire dei corsi di programmazione completi che gli consentano di specializzarsi nel proprio ambito di interesse. Per fare questo, la rete presenta una vastissima gamma di corsi di formazione rivolti sia a chi parte da zero sia per chi ha già basi consolidate di programmazione ma vuole migliorare le proprie competenze, tra questi vale la pena menzionare il corso online hackademy di Aulab che offre anche uno tra i più efficaci servizi di placement in tutta Italia.

Ma andiamo ora a vedere nello specifico quali sono le principali figure professionali del mondo della programmazione dei siti web.

Front-end Developer

È colui che si occupa dell’interfaccia utente e che scrivendo il codice è interessato a che il sito web sia visibile all’utente così che quest’ultimo possa interagirci. Generalmente questa figura che si occupa quindi della parte visiva e interattiva del sito può arrivare guadagnare dai 19 ai €52.000 annui.

Back-end developer

È colui che costruisce le fondamenta del sito, ciò che non si vede, la sua struttura; èpiù quotato del primo e la sua remunerazione parte dai 29.000€ l’anno ma può arrivare con l’esperienza anche fino ai 100.000€.

Full-stack developer

È la figura professionale più completa nel campo della programmazione, esperto sia di front sia back-end di un sito. Le figure senior in questo caso arrivano ad avere uno stipendio che ruota anche intorno ai 3.000 euro mensili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here