Facebook testa i Gruppi in abbonamento: contenuti esclusivi a pagamento

0
1386

Facebook sta iniziando a testare una nuova funzionalità molto interessante: gli amministratori dei un gruppo possono chiedere da $4.99 a $29.99 al mese per l'accesso a sottogruppi speciali contenenti post esclusivi. Un gruppo selezionato di genitori, cuochi e arredatori sarà il primo ad avere la possibilità di creare un gruppo in abbonamento aperto ai loro membri.

L'idea per i gruppi di abbonamento è nata originariamente dagli amministatori. "Non si tratta tanto di guadagnare soldi quanto di investire nella loro comunità", dice Alex Deve, product manager di Facebook Groups.

"Il fatto che ci saranno fondi che derivano dall'attività li aiuta a creare contenuti di qualità superiore". Alcuni amministratori dicono a Facebook che in realtà vogliono incanalare le quote di abbonamento in attività che il loro gruppo fa insieme offline.

Video tutorial, suggerimenti e supporto

I contenuti che gli utenti possono ottenere nella versione esclusiva dei gruppi includono video tutorial, liste di suggerimenti e supporto direttamente da parte degli stessi amministatori.

Ad esempio, Declutter My Home Group di Sarah Mueller sta lanciando un gruppo di abbonamento Organize My Home da 14,99 dollari al mese che insegnerà ai membri come stare in ordine con le liste di controllo e le guide video.

Il gruppo Grown and Flown Parents sta creando un gruppo di abbonamenti per consigli sul college con accesso a consulenze per $29.99.

Cucinare con un buon rapporto qualità-prezzo: Recipes & Meal Planning lancerà un gruppo di abbonamento a $9.99 Meal Planning Central Premium con piani di pasto settimanali, liste della spesa per diversi negozi di alimentari e altro ancora.

Ma il punto del test è in realtà quello di capire che cosa gli amministratori postano e se i membri lo trovano prezioso. "Hanno le loro idee. Vogliamo vedere come si evolverà", dice Deve.

Come funzionano i gruppi in abbonamento

Ecco come funzionano i Gruppi di abbonamento. In primo luogo, un utente deve essere in un gruppo più ampio in cui l'amministratore ha accesso alle opzioni di abbonamento e pubblica un invito per i membri a verificarlo.

gruppi facebook in abbonamento

Vedranno le schede di anteprima che descrivono a che contenuto esclusivo avranno accesso e quanto costa. Se vogliono unirsi, e sono già un membro approvato di un gruppo più grande libero, viene addebitato il canone mensile subito.

Saranno fatturati in quella data ogni mese, e se si annullano, avranno ancora accesso fino alla fine del loro ciclo di fatturazione. Questo impedisce a chiunque di entrare a far parte di un gruppo e raschiare tutto il contenuto senza pagare il prezzo intero.

L'intero sistema è un po' simile alla piattaforma di patronage Patreon, ma con un Gruppo e il suo amministratore al centro invece di alcuni creatori di stelle.

Nel 2016, Facebook ha testato brevemente mostrando annunci nei gruppi, ma ora dice che non è mai stato implementato.

Tuttavia, l'azienda dice che gli amministatori vogliono altri modi oltre agli abbonamenti per costruire le entrate dai gruppi e sta valutando le possibilità. Facebook non aveva più nulla da condividere, ma forse un giorno offrirà una suddivisione dei ricavi dagli annunci mostrati all'interno dei gruppi.

In conclusione

Tra abbonamenti, quote di ricavi pubblicitari, tipping, contenuti sponsorizzati e product placement - tutti elementi che Facebook sta testando - i creatori sono improvvisamente pieni di opzioni di monetizzazione.

Mentre abbiamo trascorso gli ultimi decenni del consumatore internet sciarpa su contenuti liberi, la creatività non può essere un lavoro d'amore per sempre.

Lasciare che i creatori guadagnino denaro potrebbe aiutarli a trasformare la loro passione nella loro professione e dedicare più tempo a rendere le cose che le persone amano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here